TEATRO MANZONI - ITALYEVENT.IT

Vai ai contenuti

Menu principale:

TEATRO MANZONI

TEATRI

Dal 2 al 6 gennaio 2020 RAUL CREMONA presenta il FESTIVAL DELLA MAGIA. V edizione. con Anson Lee (Taiwan), Igor Trifunov (Serbia), Jordan (Italia), Lord Martin (Francia) ospite d’onore Otto Wessely  (Francia) e con le incursioni di Felipe. regia Giordano Riccò. Una produzione Amaca. Puntuale come ogni anno torna, a grande richiesta al Teatro Manzoni di Milano, il Festival della Magia. Un appuntamento unico adatto al pubblico di tutte le età, un viaggio da non perdere nel mondo della magia e dell’illusionismo per festeggiare l’inizio del nuovo anno all’insegna del divertimento e dello stupore. Maestro di cerimonie l’estroso Raul Cremona, ideatore e padrone di casa di questo show, che, insieme alla sua ormai collaudata spalla, il comico Felipe, ancora una volta calcherà il palcoscenico del Manzoni con un cast d’eccezione proveniente da tutto il mondo. Le novità sono tante. Sarà presente un rappresentante della magia asiatica, la scuola che sta sfornando i migliori illusionisti del mondo. Da Taiwan infatti sarà ospite Anson Lee, già campione del più importante concorso asiatico di prestigiatori , che si cimenterà nel suo numero di manipolazione di carte e papillon. Dalla Serbia arriverà Igor Trifunov, che sbalordirà il pubblico con la sua abilità nel far apparire bottiglie di champagne. Dalla Francia arriverà la compagnia di Lord Martin, un gruppo di grandi esperti illusionisti che ha partecipato a tutti i più importanti show televisivi internazionali. L’Italia sarà rappresentata da Jordan, uno dei più eclettici illusionisti del nostro panorama mentre ospite d’onore di questa edizione sarà Otto Wessely, illusionista francese che ha girato tutto il mondo






diventando una star celebre per i suoi numeri di magia comica. Lasciatevi sorprendere da due ore di magia e divertimento in uno show suggestivo adatto a tutta la famiglia.

FINO al 1 gennaio 2020 COMPAGNIA ENFI TEATRO presenta Ale e Franz in Romeo & Giulietta NATI SOTTO CONTRARIA STELLA da William Shakespeare drammaturgia e regia Leo Muscato con Eugenio Allegri, Marco Gobetti Marco Zannoni, Roberto Zanisi e con la partecipazione straordinaria di Paolo Graziosi scene e costumi   Carla Ricotti luci   Alessandro Verazzi musiche originali Dario Buccino assistente alla regia Alessandra De Angelis FINO al 1 gennaio 2020. Questo spettacolo è andato in scena per la prima volta quattordici anni fa. Quest’anno ritorna in scena prodotto da Michele Gentile con un nuovo cast: Ale e Franz sono Giulietta e Romeo; invece Eugenio Allegri,

Marco Gobetti, Paolo Graziosi, Marco Zannoni, interpretano tutti quanti gli altri personaggi. Le musiche originali di Dario Buccino sono suonate dal vivo da Roberto Zanisi. I veri protagonisti dello spettacolo non sono i personaggi dell’opera, ma i loro interpreti, sette vecchi comici trasformisti che si presentano al pubblico per raccontare La dolorosa storia di Giulietta e del suo Romeo, una storia che già tutti conoscono, ma che loro pensano di poter raccontare meglio degli altri, perché lo fanno osservando il più autentico spirito Elisabettiano. Sono tutti uomini, e credono di poter interpretare più personaggi con disinvoltura, anche quelli femminili. Inoltre sono convinti di saper alternare abilmente il tragico al comico;

ma a volte le intenzioni si confondono. Presi singolarmente, sembrano avanzi di teatro; ma messi insieme, formano una compagnia tragica, comica, quindi doppiamente tragica. Ma loro non lo sanno! Forse qualcuno lo immagina, ma preferisce non approfondire. Il fatto è che di pari passo con le buone intenzioni, vanno le loro effettive capacità (o modalità) di stare in scena. Questi comici, in una maniera del tutto inconsapevole, si portano in palcoscenico i loro rapporti personali fatti di invidie, ripicche, alleanze, e rappacificazioni. Rivali e complici allo stesso tempo: da un lato si rubano le battute, e dall’altro, si aiutano come meglio possono. E sebbene si limitino a pronunciare le parole scritte dall’esimio

poeta, i loro atteggiamenti provocano tutta una serie di azioni e reazioni dissociate dal testo che, in una dimensione meta-teatrale assolutamente involontaria, danno vita ad uno spettacolo nello Spettacolo. Questi comici sono pieni di buone intenzioni; i loro propositi sono molto sani; ma nel momento dell’attuazione, diventano ingenuamente ridicoli. Succede un miracolo però: nonostante tutto, le parole dell’esimio poeta vincono su ogni cosa. In un modo o nell’altro, questi COMICI, riescono a raccontare la storia dei due giovani amanti, che qui, sono interpretati da due che “giovani” non lo sono più da tanto tempo. E in un modo o nell’altro riescono pure a far commuovere! Forse perché dalla loro goffaggine traspare una verità che insinua un forte dubbio: quello che, in questa storia, più di chiunque altro, sono proprio loro quelli…  Nati sotto contraria stella Per San Silvestro sono previste 2 recite, alle ore 17,30 e alle ore 21,30. Al termine della recita delle 21,30, allo scoccare della mezzanotte, si brinderà al nuovo anno con spumante, panettone e un buffet di dolci insieme a Ale e Franz e agli altri attori della Compagnia. Inoltre in occasione della recita delle ore 21,30 sarà possibile cenare nel foyer del Teatro a partire dalle ore 20,30, info su prenotazione, prezzo e menù sul sito del Teatro www.teatromanzoni.it.

LO SPETTACOLO DI NATALE MINI MUSICAL Sabato 21 dicembre 2019 ore 15,30 In collaborazione con All Crazy REGIA Michele Visone DIREZIONE ARTISTICA Maurizio Colombi COREOGRAFIE Mattia Ferretti.  L'appuntamento con Lo spettacolo di Natale è una tradizione che si ripete oramai da qualche anno ed è un’occasione per vivere l’atmosfera e la magia del Natale. Siamo a pochi giorni dal Natale e non procede per niente  bene a Corvantunturi . Le lucine sul mappamondo di Babbo Natale, che rappresentano tutti coloro che credono nello spirito natalizio, sono sempre meno. Niente però è perduto e a qualcuno molto vicino a Santa Claus viene un’idea che porterà ad un cambiamento…





Riusciranno i nostri amici elfi a salvare il Natale aiutati dal pubblico che dovrà fortemente crederci? Al termine dello spettacolo potrete incontrare e fare una fotografia con Babbo Natale in persona e i suoi aiutanti. DURATA: 75 minuti

AGIDI presenta ANGELA FINOCCHIARO in HO PERSO IL FILO fino all 8 Dicembre 2019 al Teatro Manzoni
soggetto di ANGELA FINOCCHIARO, WALTER FONTANA, CRISTINA PEZZOLI testo di WALTER FONTANA
con le Creature del Labirinto: ALIS BIANCA, GIACOMO BUFFONI, ALESSANDRO LA ROSA, ANTONIO LOLLO, FILIPPO PIERONI, ALESSIO SPIRITO coreografie originali di HERVÉ KOUBI assistito da FAYÇAL HAMLAT scene di GIACOMO ANDRICO luci di VALERIO ALFIERI costumi di MANUELA STUCCHI regia di CRISTINA PEZZOLI. Una commedia, una danza, un gioco, una festa, questo è HO PERSO IL FILO. In scena un’Angela Finocchiaro inedita, che si mette alla prova in modo sorprendente con linguaggi espressivi mai affrontati prima, per raccontarci con la sua stralunata comicità e ironia un’avventura straordinaria, emozionante e divertente al tempo stesso: quella di un’eroina pasticciona e anticonvenzionale

che parte per un viaggio, si perde, tentenna ma poi combatte fino all’ultimo il suo spaventoso Minotauro. Angela si presenta in scena come un’attrice stufa dei soliti ruoli: oggi sarà Teseo, il mitico eroe che si infila nei meandri del Labirinto per combattere il terribile Minotauro. Affida agli spettatori un gomitolo enorme da cui dipende la sua vita e parte. Una volta entrata nel Labirinto, però, niente va come previsto. Viene assalita da strane Creature, un misto tra acrobati, danzatori e spiriti dispettosi, che la circondano, la disarmano, la frullano come fosse un frappè, e soprattutto tagliano il filo che le assicurava la via del ritorno. Disorientata, isolata, impaurita, Angela scopre di essere finita in un luogo magico ed eccentrico, un Labirinto, che si esprime con scritte e disegni: ora che ha perso il filo, il Labirinto le lancia un gioco, allegro e crudele per farglielo ritrovare. Passo dopo passo, una tappa dopo l’altra, superando trabocchetti e prove di coraggio, con il pericolo incombente di un Minotauro affamato di carne umana, Angela viene costretta a svelare ansie, paure, ipocrisie che sono sue come del mondo di oggi e a riscoprire il senso di parole come coraggio e altruismo. Alla sua maniera naturalmente, come quando - di fronte ai ragazzi ateniesi che la implorano di salvarli dal Mostro che li sta già sgranocchiando - promette firme e impegno sui social; o come quando è sottoposta a una sfida paradossale dal vero Teseo, sceso di corsa dalle vette del mito, indignato perché la sua interprete difetta delle necessarie qualità eroiche. Lo spettacolo vive del rapporto tra le parole comiche di un personaggio contemporaneo e la fisicità acrobatica, primitiva, arcaica delle Creature del Labirinto che agiscono, danzano, lottano con Angela provocandola come una gang di ragazzi di strada imprevedibili, spietati e seducenti. Il Labirinto è un simbolo antico di nascita - morte - rinascita. Anche Angela, dopo aver toccato il fondo, riuscirà a ritrovare il filo e con esso la forza per affrontare il Minotauro in un finale inatteso che si trasforma in una festa collettiva coinvolgente e liberatoria. Si ride, ci si emoziona, si gode uno spettacolo che si avvale di più linguaggi espressivi grazie agli straordinari danzatori guidati dall’inventiva di Hervé Koubi, uno dei più talentuosi e affermati coreografi sulla scena internazionale e naturalmente alla capacità comica di Angela Finocchiaro di raccontare un personaggio che è molto personale e allo stesso tempo vicino al cuore di molti.

 
 

Sabato 7 dicembre 2019 ore 15,30 BUON NATALE BABBO NATALE Musical di Natale per famiglie
scritto da Pino Costalunga e Nicoletta Vicentini regia Raffaele Latagliata musiche originali Laura Facci
arrangiamento Moreno Piccoli scenografie Gino Coppelli con la collaborazione di Sara Ferrari
costumi Antonia Munaretti pupazzi e attrezzatura scenica Nadia Simeonova e Michela Cannoletta con Pino Costalunga nelle vesti di Babbo Natale e con Greta Magnani, Matteo Ferrari, Justine Caenazzo
ensemble Silvia Gandolfi e Andrea Vanzi. La magia del Natale in un musical per tutta la famiglia. Una commedia musicale per rivivere lo spirito del Natale e la sua atmosfera attraverso una storia in grado di

divertire ed emozionare grandi e piccini. Buon Natale Babbo Natale è una fiaba natalizia che fa riferimento alla tradizione e al contempo tratta temi propri della contemporaneità. Una risposta alla necessità non solo dei bambini ma anche degli adulti di dare spazio alla parte fantastica e sognatrice che risiede nel profondo di ciascuno.  La commedia musicale porta in scena un Babbo Natale diverso dal solito il quale non riesce più a passare nei camini e quindi a portare i regali ai bambini durante la Vigilia di Natale. Con l'aiuto di Ortica e Castagna, i folletti aiutanti, e Federico e Chiara, i due bambini protagonisti, affronterà, tra colpi di scena e canzoni, diverse difficoltà, non ultimi i temibili tranelli seminati qua e là dal cattivissimo Mago Bisesto che  ha ordito un terribile piano.

 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu